logo -apocalypsesoon.org  
HOME

The Xcellent Files

Apocalypse soon media
Apocalypse soon media

Apocalypse soon - blog
Giorni Strani - blog
Giorni Strani - Archivio

Apocalypse soon - I Segni della Fine
I Segni della Fine



La Bibbia - CCCQD


Cristiano?
Ebreo?
Gentile?

Io Credo. Tu Credi?
Scopo
Ma perchè..?
Stato della Chiesa
Sorpresa
Culti e Sette
Parole Chiave
Orient Express
X files
Hi-Tech
New Age
Brave New World
La Chiesa Cattolica
Sei salvato?
Rock Cristiano?


Sondaggi
Contatto

GM - MODIFICAZIONE GENETICA

di Pietro Arnese
traduzione di Susanna Giovannini


cibo.pic (Ottobre 99)


A motivo della pressione pubblica, la Monsanto Company si è dovuta arrendere ed ha deciso di fermare i loro lavori del progetto "SEME TERMINATOR". Bisogna dire che questa pressione proviene prevalentemente dall'Europa, mentre gli americani sembrano un po' addormentati a tal riguardo. Questo potrebbe essere dovuto a delle circostanze di tipo culturale, ma su ciò ci sarebbero interi libri da scrivere.

 

Patrick Holden, della Soil Association, ha detto alla BBC Radio 5 Live che la decisione rappresenta un cambiamento di rotta per la compagnia la cui base è situata a St Louis, nel Missouri.
"Ritengo che sono stati scioccati e assolutamente colti di sorpresa dalla forza della reazione pubblica contro l'ingegneria genetica in Europa."
"Dal meeting è emerso chiaramente che sono pronti a ripensare alla loro posizione di partenza e che abbiano tenuto conto del "no" detto dall'Europa all'ingegneria genetica e probabilmente temono anche che il Nord America possa seguire l'esempio europeo", così ha detto.
BBC News, 26 settembre 1999

In realtà in loro è subentrato il panico quando le catene dei supermercati hanno cominciato a bandire i cibi modificati dai loro scaffali, ed inoltre anche i ristoranti hanno reso noto che non avrebbero servito nessun cibo GM. Wow, con la perdita di punti della loro merce, hanno preso l'unica soluzione logica che una compagnia a scopo di lucro poteva prendere: annunciare la fine del loro controverso programma. Comunque, non sono così ingenuo da pensare che finiranno realmente di lavorare per questo progetto. Hanno investito troppo tempo e denaro e il sempre presente FATTORE AVIDITÀ li guiderà a continuare i loro sforzi in segreto, e forse attenderanno un momento più propizio per ritornare ancora con questo progetto. In aggiunta, danni permanenti potrebbero già essere stati introdotti nell'eco-sistema. Alcuni test hanno mostrato che il polline dei raccolti GM è stato trovato anche a miglia di distanza dal campo originale, e queste nuove qualità modificate si sono mischiate con i raccolti normali. Così, mentre una battaglia potrebbe essere stata vinta, la guerra è persa da come potrai leggere negli articoli sottostanti.

In verità, qualcosa si sta muovendo anche negli USA: un'alleanza internazionale di fattorie, capitanate dalla loggia dei gruppi di Washington della Fondazione per le Tendenze Economiche e la Coalizione dell'alleanza internazionale delle fattorie stanno programmando di creare il maggior anti-trust di sempre. L'accusa a queste grandi compagnie è di sfruttare le tecniche della bio-ingegneria per dominare il mondo agricolo. Questa caso emergerà probabilmente nel prossimo novembre o dicembre.

Recentemente, la rivista TIME ha pubblicato un articolo su prodotti genetici che stanno facendo la loro apparizione in molti mercati. L'articolo era intitolato "SEME ALIENO?" Personalmente avrei tolto il punto interrogativo, visto che l'argomento in discussione è veramente un "seme alieno".

L'articolo, più o meno integrato con punti di vista ed opinioni, riservava non poche sorprese. Una è stata quella di trovare la dichiarazione del Principe Carlo d'Inghilterra che la manipolazione dei geni "fa entrare l'umanità in un regno che appartiene a Dio e Dio solo". Spero che questa dichiarazione sia stata fonte di dispiacere per quelli che lo considerano un probabile candidato all'ufficio dell'anticristo. Ma allora, conoscendo le tendenze New Age del principe Carlo, ci si potrebbe chiedere a quale Dio si stesse riferendo. Comunque, trovo questa dichiarazione abbastanza importante, visto che è un personaggio influente.

Il Principe Carlo è un orgoglioso possessore di una fattoria che viene portata avanti con metodi naturali e senza l'uso di agenti chimici. Questa fattoria, considerata come esempio primario di fattoria organica, accoglie molti visitatori interessati da tutto il globo. Il Principe ha anche un sito web in cui dichiara le sue opinioni ed espone i danni del GM. Proprio mentre sto scrivendo questo aggiornamento, pressioni politiche lo stanno spingendo a rimuovere i suoi commenti GM dal sito.

Domenica 21 febbraio 1999 - BBC

Downing Street ha negato di aver chiesto al Principe Charles di rimuovere le critiche sul cibo modificato geneticamente (GM) dal suo sito web. Il principe ha detto di considerare il cibo GM un potenziale rischio alla salute. Ed il Sunday Express dice che gli ufficiali di Buckingham Palace stanno cercando di persuaderlo a ritrattare i commenti -- cosa che Downing Street ha dichiarato una "stupidaggine". Comunque, il principe ha deciso di non cambiare il sito. Ha detto anche di voler pianificare una campagna intensiva su questo argomento, scrive il quotidiano. Un attendente al palazzo ha detto al quotidiano: "Il principe sente fortemente che questo è assolutamente il momento giusto per spingere questo caso".

Questo è il link al forum GM del Principe Carlo: http://www.princeofwales.gov.uk/forum/

Molti di questi prodotti modificati vengono venduti a dei clienti inconsapevoli, poiché per molti di questi prodotti non è richiesto che vengano etichettati come ciò. Così, discretamente questi "cibi" hanno cominciato a fare la loro apparizione dappertutto nei supermarket locali e in altri rivenditori alimentari.

Francamente sono stato sorpreso che in America, considerata globalmente la patria dei diritti civili dei consumatori, vengono venduti questi prodotti senza etichetta in mezzo all'indifferenza totale, a parte poche voci di protesta. La causa di tutto questo può essere riassunta in una semplice parola: AVIDITA'!

Avidità di tutti quelli coinvolti nel processo alimentare, dalle fattorie ai supermercati, anche se si mette in pericolo la salute pubblica. Anche se leggiamo i "valori" che guidano la ricerca e lo sviluppo di questi "cibi" (come per esempio produrre cibo per sfamare la crescente popolazione terrestre), non siamo così ingenui da non notare le VERE ragioni.

A parte l'avidità per il denaro, bisogna considerare un altro aspetto. Questa nuova razza di "scienziati" che sta sfornando questi "cibi", con le loro manipolazioni presuntuose sta criticando Dio perché non ha fatto un buon lavoro, e quindi si sente in obbligo di intervenire per correggere e migliorare ciò che Lui ha creato in modo così perfetto. Beh, la maggior parte di essi non credono assolutamente in Dio, perciò stanno migliorando quegli elementi che "Madre Natura" ha dato loro per giocarci. Un gioco molto pericoloso, qualsiasi nome abbia.

Ci sono forme naturali di semina: a rotazione, maggese, ecc. che sono state praticate sin dagli albori dell'agricoltura (ad esempio la moltiplicazione del gregge di Labano fatta da Giacobe, nel libro della Genesi), ma ciò che abbiamo oggi è un gioco totalmente diverso. Non fatevi ingannare da nessuno su ciò che sta avvenendo: non ha niente a che vedere con il "miglioramento" ma piuttosto con la distruzione. E i frutti di questa manipolazione saranno evidenti, al tempo opportuno. La costante introduzione di droghe farmaceutiche ci ha dato i suoi frutti di morte in questi ultimi decenni. Devo menzionare la "Thalidomide" o la "malattia della mucca pazza", giusto per dirne una? Inoltre, questi "incerti benefatori dell'umanità" hanno nomi tipo "Monsanto", "Novartis", "AgrEvo" e così via. Immaginate voi.

Un'altra tendenza che va in questa direzione è l'introduzione del "seme di un raccolto" (vedere I SEMI "TERMINATOR"). Queste compagnie chimiche ritengono che non sia giusto che i semi usati dai fattori riproducano frutti anno dopo anno, deprivandoli perciò degli onesti guadagni. Perciò hanno creato un seme ibrido da usare una volta e ricomprare l'anno prossimo. Non si tratta di quel vecchio ordine: "Faccia la terra germogliare la verdura, le erbe che facciano seme e gli alberi da frutto che portino sulla terra un frutto contenente il proprio seme, ciascuno secondo la propria specie" (Genesi 1:11). Ora come ora, la varietà di prodotti genetici si sta fortemente riducendo a causa di una cattiva amministrazione e della domanda del marketing. Per esempio noi sappiamo che esistono centinaia di tipi di mele, ma in un supermercato si trovano sempre le stesse quattro o cinque qualità (le quali solitamente sono le meno saporite ma in compenso quelle col migliore aspetto). Per questo motivo i coltivatori si sono concentrati solo sui tipi di mele che vendono, ignorando le altre; questo procedimento porta all'inevitabile sparizione di molte varietà di frutta. L'allarme su questo problema reale e imminente cresce sempre più, ma nessuna azione è stata programmata, a parte alcune iniziative individuali (banche dei semi) in alcune nazioni come l'India e la Svizzera.

Mentre in America questo argomento non attrae la meritata attenzione dei mass-media, l'Europa, che ha un lungo e profondo amore culturale per il cibo, questo soggetto è stato fonte di dibattiti e di boicottaggi da parte degli ambientalisti e dei consumatori. Per esempio il Natale scorso, in Italia l'ALF (Fronte di Liberazione Animale), un gruppo paneuropeo che adotta tattiche estreme, ha avvelenato un paio di "Panettoni" italiani, un famosissimo dolce natalizio che si vende a milioni durante le festività. L'ALF ha preso di mira due marche particolari, entrambi di proprietà della NESTLE Corporation, poiché questa ditta per fare i panettoni usa farina di soia modificata, ma non lo riporta sulla confezione. L'ALF ha poi chiamato un quotidiano per denunciare l'attentato e fare le proprie dichiarazioni. Naturalmente tutto questo ha scatenato il panico fra gli italiani che, nonostante tutte le rassicurazioni, si sono rifiutati di comprare le due marche indicate, così che la Nestlé ha dovuto rimuovere i suoi panettoni dai supermercati e ha licenziato temporaneamente 450 impiegati. L'azione dell'ALF va condannata, così come lo deve essere quella della Nestle PRIMA e DOPO la denuncia. Prima perché ha usato farina di soia modificata (per risparmiare soldi) e poi perché l'unica risposta che hanno saputo dare è stata quella di chiudere gli stabilimenti e licenziare delle persone. Non hanno dato nessuna spiegazione per la farina GM. In Italia (come anche in Europa), dove il lavoro viene considerato un premio, quest'azione ha causato una rivolta contro l'ALF. Inoltre molte persone hanno pensato che sull'altare del profitto e dell'avidità erano state sacrificate molte vite. La Nestlé, che ha un record deplorevole nella distribuzione alimentare globale (vedi la pubblicità per la distribuzione dei viveri alla prima infanzia nel terzo mondo) è solo una fra le molte distributrici alimentari che, per profitto, non si fermerebbe davanti a niente. L'ultimo avvertimento è stato lanciato in Inghilterra ed ha dimostrato il pericolo dei GM che diffondono i loro geni manipolati in altre culture.

ARTICOLO 1351 - Venerdì 5 febbraio '99

Electronic Telegraph

Importatori di cibo salutare hanno rivelato la notte scorsa di aver distrutto 87.000 pacchetti di patatine organiche di mais dopo aver scoperto che erano contaminate da mais modificato geneticamente. De Rit, il distributore inglese della marca Apache di patatine organiche, ha detto che la fonte più probabile di contaminazione è stata l'impollinazione del granoturco organico usato per i raccolti GM che crescono intorno alla fattoria organica texana da cui proviene quel mais. Se è così, l'incidente creerà pressioni affinché il governo rafforzi i controlli sull'introduzione di raccolti genetici in Inghilterra. Il mais contenente un gene del virus calliflora è stato scoperto durante un monitoraggio di routine condotto dalla DO-IT, una ditta olandese importatrice delle patatine di mais Apache prodotte con il granoturco giallo. Il virus è usato come gene promotore nei raccolti di grano studiati per resistere agli erbicidi.

La Do-IT e la De Rit, distributori inglesi, hanno allora distrutto le patatine di marca Apache ai gusti naturale, sesamo, nacho e cajun.

George Carroll, direttore della società Halifax aggregata alla De Rit (Inghilterra), ha detto: "Abbiamo distrutto tutto. Ci saremmo potuti stare fermi ma non è questo il comportamento che pensiamo debba avere un'industria". Ha detto inoltre che Terra Prima, la ditta del Wisconsin che produce le patatine, ha condotto test su tutti i suoi prodotti e anche su campioni di quelle patatine, che sono risultate a posto. Da questo momento in poi però il mais verrà testato prima di usarlo invece che dopo. La Soil Association, la società che controlla i valori dei cibi organici, ha detto che questo è il primo caso di contaminazione di un prodotto organico GM. Lindsay Keenan della Wholefood Trade inglese ha detto: "Non possiamo lodare abbastanza l'attitudine di responsabilità e di azione di queste compagnie. Queste società stanno investigando per scoprire la fonte possibile di contaminazione. La spiegazione più plausibile è l'impollinazione di mais GM dalle fattorie limitrofe. Comunque, l'investigazione non è molto facile visto che gli Stati Uniti non richiedono una monitorizzazione dei raccolti modificati geneticamente che crescono nelle aree vicine". Se la colpa è attribuibile all'impollinazione con materiali genetici, i proprietari delle fattorie organiche dicono che le loro industrie subiranno dei danni commerciando i raccolti GM in Inghilterra. Credono che se è avvenuta veramente l'impollinazione dei raccolti organici con quelli modificati geneticamente, sarà impossibile evitare che tutti i prodotti organici vengano contaminati allo stesso modo.

Questa storia segue a ruota il dibattito sul caso esploso dal Dr. Arpad Pusztai, uno scienziato licenziato lo scorso agosto dall'istituto governativo di ricerca Rowett ad Aberdeen. L'uomo aveva dichiarato che le cavie avevano riportato riduzione del cervello, danni al fegato e indebolimento del sistema immunitario dopo aver ingerito patate GM solo per 10 giorni (era stato alterato anche lo sviluppo dei reni, del timo, della milza e delle budella) Il Dott. Pusztai ha detto al programma televisivo "World in Action" che non mangerebbe cibo GM. Ha dichiarato inoltre che ha scoperto che è "molto molto sleale usare i nostri concittadini come cavie". A quel tempo l'istituto aveva definito i risultati degli esperimenti del Dott. Pusztai "molto confusi". Ora invece 20 scienziati di tutto il mondo stanno analizzando le ricerche e i dati del dott. Pusztai.

Vyvyan Howard, uno degli scienziati che sta seguendo il Dott. Pusztai, ha detto al TG serale della BBC: "Abbiamo scoperto che i suoi risultati sono attendibili. Pensiamo di doverli rivedere e pubblicare e non sappiamo come mai la Rowett sia venuta ad una conclusione del genere". Il signor Howard, un tossipatologista dell'Università di Liverpool, ha detto che vari scienziati di tutto il mondo hanno rivisto il lavoro del dott. Pusztai, compreso specialisti esperti in ingegneria genetica ed in medicina.

Recenti ricerche condotte sulle stesse cavie dal Dott. Stanley Ewen, uno specialista patologico dell'Università di Aberdeen hanno convalidato le scoperte preliminari del Dott. Pusztai ed hanno supposto possibili rischi di salute. Il Dott. Ewan ha scoperto che le cavie nutrite con le patate GM che il Dr. Pusztai ha usato per i suoi esperimenti dopo 10 giorni di quell'alimentazione soffrivano di un allargamento di stomaco. Il sig. Cunningham che come Ministro dell'Agricoltura aveva proibito la bistecca con l'osso, ha detto al telegiornale che sarebbe "molto sorprendente" scoprire che il lavoro del Dott. Pusztai "fosse convalidato da un'altra serie di esperimenti". Paul Tyler, il portavoce alimentare dei Liberal Democratici, ha detto che chiederà al senato di costituire una commissione che investighi la situazione. "Questi non sono i risultati di un pivellino ma della squadra governativa di ricerca in questo campo", ha detto. "Confondere queste scoperte significa dare spazio a molte compagnie che usano ingegneria genetica. Ora la reputazione del dott. Pusztai è stata ristabilita ma non sappiamo che ne sarà di quei cibi prodotti".

Il comportamento del governo è stato criticato perché il sig. Cunningham ha fatto credere ai membri del parlamento che gli esperti non avevano consigliato un'abolizione di tre anni dei raccolti GM. Lady Young, presidente della English Nature, ha scritto a Tony Blair dicendo che la sua organizzazione chiede una multa per tutti i raccolti anti-erbicidi e resistenti agli insetti affinché si possa avviare una ricerca completa in questo campo.

Concludo collegandovi al sito della BBC dove potrete seguire questa storia e farvi un'idea del GM.

Come ho precisato precedentemente, il Cristiano che cammina in grazia di Dio non dovrebbe spaventarsi per niente, neanche per la questione GM. Naturalmente non si dovrebbero comprare e mangiare coscientemente questi prodotti GM, poiché sarebbe un "tentare il Signore". Così, mangiate il vs. cibo con ringraziamento e beneditelo nel nome del Signor Gesù Cristo. Se la tua relazione con Dio non è come dovrebbe essere, ti dovresti preoccupare perché non hai la sicurezza della Sua protezione. Se non hai nessuna relazione con Dio, ci sono due possibilità: o ne inizi una, clicca qui, o que serà, serà!

 



up