logo -apocalypsesoon.org  
HOME

The Xcellent Files

Apocalypse soon media
Apocalypse soon media

Apocalypse soon - blog
Giorni Strani - blog
Giorni Strani - Archivio

Apocalypse soon - I Segni della Fine
I Segni della Fine



La Bibbia - CCCQD


Cristiano?
Ebreo?
Gentile?

Io Credo. Tu Credi?
Scopo
Ma perchè..?
Stato della Chiesa
Sorpresa
Culti e Sette
Parole Chiave
Orient Express
X files
Hi-Tech
New Age
Brave New World
La Chiesa Cattolica
Sei salvato?
Rock Cristiano?


Sondaggi
Contatto

LO SPIRITO DELL'ANTICRISTO

di DAVE HUNT
traduzione di Susanna Giovannini


"E ogni spirito che non riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne non è da Dio: e questo è lo spirito dell'anticristo…"
(1 Giovanni 4:3).

 

Spesso si insegna che l'Anticristo non è un uomo ma uno spirito. Sebbene il verso sopracitato si riferisca allo "spirito dell'anticristo", Giovanni spiega chiaramente che l'anticristo è una persona: "…come avete udito, l'anticristo deve venire, e fin da ora sono sorti molti anticristi…" (1 Giovanni 2:18). Erano già presenti molti anticristi, operanti nello "spirito dell'anticristo". Nessuno di questi, comunque, era l'Anticristo che, come ci assicura Giovanni, dovrà venire.

Paolo si riferisce all'Anticristo come "..l'uomo del peccato, il figlio della perdizione.. quell'empio che il Signore distruggerà col soffio della sua bocca e annienterà all'apparire della sua venuta. La venuta di quell'empio avverrà per azione di Satana, accompagnata da ogni sorta di portenti, segni e di prodigi bugiardi…" (2 Tessalonicesi 2:3-10). Se questo non è l'Anticristo, chi sarà quest'uomo molto malvagio, che sederà "nel tempio di Dio come Dio [che verrà ricostruito a Gerusalemme in questi ultimi giorni], proclamando di essere Dio" (v. 4)? Chi altri se non l'Anticristo, il governatore del mondo di Satana, avrà una simile autorità? "E l'adoreranno tutti gli abitanti della terra" (Apocalisse 13:3-4,8).

Paolo dichiara: "E ora voi sapete ciò che lo ritiene, affinché sia manifestato a suo tempo" (2 Tessalonicesi 2:6). Eppure molti hanno cercato di identificare l'Anticristo prima che fosse il suo tempo. Quest'uomo malvagio, che quasi sicuramente oggi è vivo, potrebbe forse non sapere a quale ruolo Satana lo abbia preparato. E Satana non può farlo agire fin quando Dio non decide che sia arrivato il momento.

Due eventi debbono precedere la rivelazione dell'Anticristo al mondo. Prima di tutto deve venire una grande apostasia, che già era in atto ai tempi di Paolo e che oggi raggiunge il suo culmine: ".. quel giorno [di Cristo, del Signore - vedi v. 2] non verrà se prima non sia venuta l'apostasia e prima che sia manifestato l'uomo del peccato, il figlio della perdizione" (2 Tessalonicesi 2:3).

Questo verso non insegna che l'Anticristo deve apparire prima del giorno del Signore e perciò prima del Rapimento, che crediamo sia iniziato quel giorno. Paolo dichiara soltanto che l'apostasia deve venire prima. Per quanto riguarda l'Anticristo, "quel giorno non verrà.. prima che sia manifestato l'uomo del peccato". Chiaramente, l'Anticristo verrà rivelato "quel giorno" e non prima.

Paolo ricorda ai credenti di Tessalonica ciò che dovrà succedere prima che venga rivelato l'Anticristo: la rimozione di Chi ha prevenuto questa rivelazione. Nel momento in cui Paolo scriveva questa epistola, una Persona stava impedendo che l'Anticristo fosse rivelato; e Paolo spiega che questa stessa Persona continuerà a farlo fin quando sarà tolto di mezzo: "… aspettando soltanto che chi lo ritiene sia tolto di mezzo. Allora sarà manifestato quell'empio.." (2 Tessalonicesi 2:7-8).

E' chiaro che Dio stesso sia Colui che previene la rivelazione dell'Anticristo, e questo per due ragioni:

1) Egli ha prevenuto l'azione di Satana per oltre 1900 anni;

************************************************

"…e questo è lo spirito dell'anticristo che, come avete udito, deve venire; e ora è già nel mondo" (1 Giovanni 4:3).

************************************************

2) Solo Dio è più potente di Satana. La chiave consiste nel fatto che Dio, perciò, che è onnipresente, sarà "tolto di mezzo".

C'è solo una possibile interpretazione: lo Spirito Santo che è nel credenti è Colui che previene la rivelazione dell'Anticristo. Nel Vecchio Testamento lo Spirito scendeva sugli uomini, ma non in loro, e perciò poteva anche andare via. Perciò Davide pregava: "…non togliermi il tuo santo spirito" (Salmo 51:11). Oggi noi non facciamo questa preghiera, perché siamo stati "sigillati con lo Spirito Santo della promessa" (Efesini 1:13), che Gesù ha dichiarato avrebbe "abitato con noi per sempre" (Giovanni 14:16). Cristo disse ai Suoi discepoli: ".. lui [lo Spirito Santo] dimorerà in voi, e sarà in voi" (Giovanni 14:17). Questa presenza speciale di Dio, sconosciuta sulla terra fino al giorno della Pentecoste, può essere "tolta di mezzo", ma solo al Rapimento.

Cristo ci assicura: "Colui che crede in me… fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno [dal suo profondo essere]". Giovanni spiega: "Or egli disse questo dello Spirito, che avrebbero ricevuto coloro che avrebbero creduto in Lui; lo Spirito Santo infatti non era stato ancora dato, perché Gesù non era stato ancora glorificato" (Giovanni 7:39). Fu in cielo, alla destra del Padre, che Gesù, nel giorno della Pentecoste, mandò lo Spirito Santo a dimorare per sempre nei credenti, esattamente come aveva promesso ("il Consolatore…che vi manderò dal Padre" - Giovanni 15:26), e nacque così la chiesa. Perciò Pietro dichiarò nel giorno della Pentecoste: "Egli [Gesù] dunque, essendo stato innalzato alla destra di Dio e avendo ricevuto la promessa dello Spirito Santo, ha sparso quello che ora voi vedete e udite" (Atti 2:33).

Solo la presenza speciale di Dio che dimora in noi, che iniziò a Pentecoste, può essere tolta via di mezzo col Rapimento, quando i cristiani verranno trasportati dalla terra. Se l'Anticristo apparisse prima del Rapimento, i credenti aspetterebbero lui per prima; eppure a noi viene detto di aspettare Cristo (Luca 12:35-40; Filippesi 3:20; 1 Tessalonicesi 1:10; Tito 2:13; Ebrei 9:28; ecc..). Né alcun altro evento all'infuori del Rapimento potrebbe unire il mondo sotto il dominio dell'Anticristo.

Alcuni suggeriscono che il caos causato dal fallimento dei computer che avverrà il 1 Gennaio 2000, catalizzerà il governo dell'Anticristo nel mondo. Secondo la nostra opinione, il Y2K avverte del disastro con estremismo e allarmismo, cosa che cercheremo di definire in un'altra occasione. Dio ha qualcosa di più elettrificante e unificante nella mente: il Rapimento. Secondo la nostra opinione, nient'altro potrà unire Indù, Musulmani, Ebrei, Cattolici, Protestanti, Ortodossi, atei, comunisti, capitalisti e chiunque altro, se non un terrore inspiegabile causato dall'improvvisa scomparsa di milioni di credenti in tutto il mondo.

"Dove sono andati? Chi li ha presi? Sarò io la prossima persona?". Questo grido isterico sarà sulle labbra di tutti, da individui vigliacchi a membri delle Nazioni Unite che si riuniranno in sessioni speciali. La domanda più terrificante di tutte sarà: "Come posso scampare quando chi li ha presi tornerà a prenderne altri?". Quasi nessuno crederà che è avvenuto il Rapimento biblico, perché Dio manderà una "profonda delusione" (2 Tessalonicesi 2:10-12).

Il Rapimento, che unirà il mondo in un unico terrore, offrirà un'opportunità perfetta a Satana per mettere in azione il suo uomo. Senza più i limiti imposti da Dio, si scateneranno tutte le potenze di Satana nell'anticristo che opererà "segni e prodigi bugiardi, e ogni inganno di malvagità per quelli che periscono" (vv. 9-10). L'Anticristo potrebbe arrivare perfino a dire che sta negoziando con un consiglio intergalattico per far ritornare gli scomparsi. Prometterà che coloro che portano il suo marchio sulla mano o sulla fronte non verranno presi, e moltitudini accoglieranno questa garanzia.

Crediamo che il Rapimento (non l'apparizione dell'Anticristo e la tribolazione che necessiteranno tattiche di sopravvivenza) sarà il prossimo evento sul calendario profetico, e che accadrà molto presto. Nel frattempo, lo "spirito dell'anticristo" sta preparando il mondo e una falsa chiesa per la sta apparizione. Consideriamo attentamente ciò che dice Giovanni: ".. provate gli spiriti per sapere se sono da Dio, perché molti falsi profeti sono usciti fuori nel mondo" (1 Giovanni 4:1). Molti spiriti sono coinvolti in un'agenda anticristo comune, parlando attraverso molti falsi profeti.

Giovanni ci mette in guardia riguardo una verità fondamentale che Satana cercherà di minare in ogni modo: "che Gesù Cristo è venuto nella carne" (1 Giovanni 4:2). Chi rinnega questa verità è lo "spirito dell'anticristo".

Tragicamente, questo spirito dell'anticristo contamina l'insegnamento di molte chiese e di molti leader apparentemente cristiani. Ricordate, il prefisso greco "anti" non significa solo "in opposizione a" ma anche "al posto di". Lo spirito dell'anticristo si oppone a Cristo con la pretesa di rappresentarlo e di guidare la Sua chiesa.

Avvertire di un probabile rinnegamento della verità che "Gesù Cristo è venuto nella carne" potrebbe apparentemente sembrare poco necessario. Poche persone negano che Gesù Cristo sia vissuto realmente. La data sulle monete e sui documenti sparsi in tutto il mondo attestano questo fatto storico. Perciò Giovanni doveva voler dire qualcos'altro con questa rivelazione cautelare.

Chiaramente, la frase "è venuto nella carne" indica che Gesù Cristo esisteva prima della Sua incarnazione come bambino a Bethlehem. Lui è Dio il Figlio, una delle tre persone della Trinità (Colossesi 2:9), "l'Onnipotente… l'Alfa e l'Omega" (Apocalisse 1:8,11), il Creatore di tutte le cose (Giovanni 1:3), la Parola eterna "fatta carne" (Giovanni 1:14). "Un fanciullo ci è nato" si riferisce al bambino Gesù. La frase successiva "un figlio ci è stato dato" (Isaia 9:6) si riferisce al Padre che dona il Suo Figlio eterno al mondo: "Perché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il Suo unigenito Figliolo…" (Giovanni 3:16); "il Signore Dio, e il Suo Spirito, mi ha mandato" (Isaia 48:16), ecc..

Questo Figlio che ci è stato donato è chiamato "l'onnipotente Dio, Padre eterno" (Isaia 9:6). Rinnegare che Dio sia venuto in carne esprime il vero spirito dell'anticristo. Questo spirito si manifesta ad esempio nella convinzione dei Testimoni di Geova che Gesù non sia Dio. L'Islam e il suo Corano, sebbene onorino Gesù come grande profeta, ne negano la deità. E così fanno una grossa percentuale dei cosiddetti cristiani nati di nuovo. Queste persone sono perdute, non importa se cantano: "Oh quanto amo Gesù!" o se frequentano assiduamente una chiesa; perché Gesù stesso ha detto: "Prima che Abrahamo fosse, IO SONO" [questo è il nome di Dio, di Jahveh/Jehovah, descritto in Esodo 3:14] (Giovanni 8:58).

Il rinnegamento dei Mormoni è più deviante: quando Gesù è venuto nel mondo era un essere spirituale, mezzo fratello nostro e di Lucifero nello stato preterreno. Il nostro "Padre in cielo" una volta era un uomo peccatore su un altro pianeta ed è stato poi redento da quel Gesù terrestre. Il fulcro della dottrina dei Mormoni è: "Dio era così com'è oggi l'uomo; e l'uomo può diventare ciò che Dio è oggi". Il Dio dei Mormoni è un uomo esaltato con numerose mogli attraverso le quali possiede milioni di figli spirituali che devono venire sulla terra per diventare dei, come ha fatto Gesù. Il corpo che prese Gesù per raggiungere la deità venne prodotto quando "Dio il Padre" venne sulla terra ed ebbe rapporti con Maria. Dietro questo insegnamento, scrive Giovanni, c'è "lo spirito dell'anticristo".

La Chiesa Cattolica afferma che Maria sia "la Madre di Dio" e la "Sposa dello Spirito Santo", e questo offre uno spunto anti-cristiano ancora più sottile. Infatti, Maria non è la Madre di Gesù, il Figlio Eterno di Dio che

****************************************

…. Il Padre ha mandato il Figlio per essere Salvatore del mondo (1 Giovanni 4:14).

****************************************

Lei è la madre di Gesù come uomo, la madre del corpo che il Padre aveva preparato per Suo Figlio nel grembo di lei: "Perciò, entrando nel mondo, [Cristo] dice: Tu.. mi hai preparato un corpo" (Ebrei 10:5). Maria non è "la sposa dello Spirito Santo". La creazione avvenuta per mezzo dello Spirito Santo nel grembo di Maria, quella cioè del corpo che prese Gesù quando è divenuto uomo, non aveva niente a che fare con una relazione terrena con quella donna, da farci quindi affermare che lo Spirito Santo era lo sposo di Maria.

La Maria dei Cattolici e degli Ortodossi, ispirata dallo spirito dell'anticristo, è stata elevata al di sopra di Gesù, che viene quasi sempre rappresentato come un bambino nelle sue braccia o al suo fianco. Inoltre vengono innalzate molte più preghiere a questa falsa Maria che a Gesù e al Padre messi insieme. Molte preghiere le chiedono una salvezza che Cristo, che è il Salvatore, ha promesso a tutti coloro che credono in Lui.

La reincarnazione insegnata dall'Induismo (o dalla New Age) è rinnegare ancora una volta che "Gesù Cristo è venuto nella carne". Implica che Egli sia venuto ripetutamente in altri corpi in vite successive. Nella Sua incarnazione, Cristo ha preso residenza permanente in un corpo umano; lo stesso corpo che rimase nella tomba fu risuscitato dalla morte, per non morire più, lasciando la tomba vuota. In quel corpo risuscitato e glorificato, Cristo siede ora alla destra del Padre. Eppure questo fatto, come viene negato dalla reincarnazione, così viene negato dal dogma cattolico secondo il quale Cristo si trasforma continuamente nella carne per morire ogni qualvolta viene consumata l'ostia sull'altare.

Questi insegnamenti vengono sicuramente dallo spirito dell'anticristo. Il sacrificio della messa nega l'insegnamento chiaro della Bibbia: "Cristo è stato offerto una sola volta per prendere su di sé i peccati di molti…una sola volta è stato manifestato per annullare il peccato" (Ebrei 9:25-10:18). Ignorando queste Scritture, il cattolicesimo dichiara: "Perciò la Messa… [è] un sacrificio nel quale si perpetua il sacrificio della croce… nel sacrificio della Messa il nostro Signore viene immolato… il sacrificio eucaristico è la fonte e il culmine della vita cristiana… Nel sacrificio della Messa, infatti, Cristo offre se stesso per la salvezza del mondo intero" (Vaticano II, Mistero Eucaristico, 3,18).

Attraverso questo falso insegnamento, lo spirito dell'anticristo permette ai cattolici di adorare l'ostia come se fosse veramente Dio ("tutti i fedeli dovrebbero mostrare verso questo santissimo sacramento l'adorazione dovuta al vero Dio" - Ibid. 3.f.). Pensano che la salvezza venga gradualmente, ripetendo il gesto di ingerire il corpo fisico di Cristo attraverso l'ostia.

Sia l'errore della reincarnazione che quello del Sacrificio dell'Eucarestia vengono rifiutati dalle Scritture. "E' stabilito che gli uomini muoiano una sola volta, e dopo ciò viene il giudizio" (Ebrei 9:27) rifiuta la teoria della reincarnazione. "Cristo è stato offerto una sola volta per prendere su di sé i peccati di molti… non c'è altra offerta per il peccato" (Ebrei 9:28; 10:18) rifiuta la teoria del sacrificio della Messa.

L'entrata di Cristo in un corpo di carne è avvenuta una sola volta e permane nello stesso corpo. Non fu risuscitato in uno spirito come credevano invece i discepoli: "Toccatemi e vedete", gli disse Gesù, "perché uno spirito non ha carne e ossa, come mi vedete" (Luca 24:39). Bisogna credere nella risurrezione corporale di Cristo per essere salvati: "Perché.. se credi nel tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato" (Romani 10:9). "Ora fratelli, vi dichiaro l'evangelo che vi ho annunziato.. e cioè che Cristo è morto per i nostri peccati secondo le Scritture, fu sepolto e risuscitò il terzo giorno" (1 Corinzi 15:1-4).

Nessun altro evangelo può salvare l'anima nostra. Proclamiamolo senza compromessi e confutiamo perciò le bugie perpetrate dallo spirito dell'anticristo.

 



up